Pian d'Arbigo e Bosco Maia

Infrastruttura ecologica del Piano d’Arbigo e Bosco Maia

Quest'area ha una grande ricchezza naturalistica, nonostante si trovi vicino a zone densamente popolate e la frammentazione causata dalla presenza della zona industriale e della strada cantonale (Golino-Losone e Golf-Gerre). L'interruzione tra gli ambienti golenali pregiati a ridosso del fiume Melezza e la riserva forestale del Bosco Maia rendono necessari interventi di interconnessione sia tra i biotopi presenti nel comparto sia verso l'esterno per garantire la funzionalità del comparto.

Gli obiettivi del progetto di interconnessione:

  • Identificare i principali collegamenti ecologici tra i biotopi all’interno del comparto di studio e verso l’esterno.
  • Garantire la conservazione a lungo termine delle specie presenti all’interno del comparto di studio attraverso la tutela dei biotopi e l’interconnessione tra di essi.
  • Identificare le principali necessità d’azione volte a migliorare il reticolo ecologico.
  • Garantire il necessario coordinamento con i progetti di sviluppo futuri del comprensorio per mantenerne la funzionalità ed evitare conflitti.

Contenuti naturali

All’interno del comparto di studio si trovano molteplici ambienti naturali di importanza nazionale, cantonale e federale.

Nel Bosco Maia una moltudine di stagni creano le condizioni ideali per gli anfibi e le libellule. Il Piano di Arbigo è caratterizzato da ambienti in generale più aridi tra i quali spiccano la zona golenale e alcuni prati e pascoli secchi.

Specie faro

Quali specie faro sono state scelte delle specie caratteristiche dei vari ambienti che si trovano all’interno del perimetro di studio, in prevalenza minacciate o prioritarie di protezione, e che possano beneficiare delle misure proposte per migliorare l’interconnessione tra i vari biotopi.

Infrastruttura ecologica

L'infrastruttura ecologica del comparto presenta diverse criticità. Le problematiche principali sono riconducibili alla strada cantonale, agli edifici, al campo da golf e alla zona industriale.

Proposte d'intervento

Sono state individuate numerose misure per migliorare la funzionalità dei corridoi ecologici lungo i corsi d’acqua e a ripristinare il collegamento nord-sud attraverso il Golf alle Gerre.

Presa di posizione sul progetto di riserva forestale

Presa di posizione che segna il primo passo per l'istituzione della riserva. Il comparto boschivo di 135 ettari vengono tutelati e valorizzati grazie all'istituzione della riserva ai sensi della legislazione forestale federale e cantonale.

Rassegna stampa

.hausformat | Webdesign, TYPO3, 3D Animation, Video, Game, Print