Sì alla Strategia Energetica 2050

Grazie alla decisione del Consiglio Federale di abbandonare progressivamente il nucleare e all’iniziativa ‘Per un’AET senza carbone’ le condizioni quadro della politica energetica in Ticino sono chiare e codificate nel piano d’azione del Piano energetico cantonale (PEC) approvato dal Gran Consiglio nel 2014. Gli obiettivi del PEC sono: riduzione dei consumi di energia fossile (petrolio, carbone, gas), potenziamento dell'idroelettrico e delle nuove energie rinnovabili, forte aumento dell'efficienza energetica e utilizzo del gas per la fase di transizione. Nel 2014 il parlamento ticinese ha approvato un Fondo per le energie rinnovabili (FER), che sta dando un nuovo impulso al solare, e un fondo dotato di 20 milioni annui per finanziare misure in campo energetico a livello comunale.

L'efficienza energetica, che spesso figura come la colonna portante delle strategie di enti pubblici, aziende distributrici e imprese purtroppo, nella realtà, non viene sufficientemente considerata. Anche l'enorme potenziale di riduzione dei consumi è sovente sottovalutato. Pertanto è in questo ambito che il WWF concentra maggiormente il suo operato.  

Il 21 maggio 2017 la popolazione svizzera ha votato sì alla Strategia Energetica 2050! Hanno vinto l’ambiente e l’economia: la politica energetica svizzera ora ha una strategia. 
A lungo termine la strategia energetica permette di rinunciare all’energia nucleare, di promuovere l’efficienza energetica e le energie rinnovabili – un grande progresso per l’ambiente e il clima. 

 

Grazie di cuore per il risultato ottenuto alle votazioni di ieri. A beneficiarne saremo tutti, natura compresa! 

 

 

.hausformat | Webdesign, TYPO3, 3D Animation, Video, Game, Print