Come vanno le cose per il nostro pianeta?

01. novembre 2018

Da 20 anni il WWF pubblica il Living Planet Report, frutto della collaborazione con scienziati di spicco e altre organizzazioni. Qual è il punto della situazione sul nostro pianeta e sui suoi abitanti? Dal rapporto risulta che la varietà della vita è in calo. Ma c'è ancora speranza?

Foto: Shutterstock Ammit Jack

 La presenza dell’uomo sta diventando sempre più ingombrante e a farne le spese sono gli altri esseri viventi. Consumiamo una quantità eccessiva di risorse e troppo spesso le conseguenze negative delle nostre azioni ricadono su noi stessi. Stiamo demolendo la nostra «casa» e mettendo in fuga i nostri vicini.  
Per il Living Planet Report abbiamo censito gli gnu della savana e i tapiri della foresta pluviale amazzonica, abbiamo registrato le variazioni riscontrate in natura e valutato in che misura determinate specie sono esposte al rischio di estinzione. Il risultato a cui siamo giunti è che mediamente, negli scorsi 50 anni, le popolazioni di pesci, uccelli, mammiferi, anfibi e rettili si sono ridotte del 60 per cento.

Non mancano però le notizie positive: negli ultimi anni, ad esempio, abbiamo assistito a una ripresa del numero di megattere, panda e tigri. 
Dobbiamo fare in modo che questi successi diventino la norma. 
Noi possiamo agire affinché il nostro pianeta rimanga una casa accogliente e vivibile, per chi lo popola oggi e per le generazioni future.

Scoprite perché la varietà della vita si sta spegnendo cliccando qui.
Qui invece potete trovare il Living Planet Report completo (in inglese). 

.hausformat | Webdesign, TYPO3, 3D Animation, Video, Game, Print